Mercoledì 19 Giugno 2019 - 14:59
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Lotta alle zanzare. La Regione ha varato il Piano in anticipo

Lotta alle zanzare. La Regione ha varato il Piano in anticipo

La lotta alla zanzara tigre si fa con metodicità, tutte le azioni a contrasto vanno attuate adesso, con regolarità e capillarità durante tutto il corso dell’estate

Lascia un commento | Tempo di lettura 297 secondi Modena - 04 Jun 2019 - 18:00

Lo scorso anno in Emilia Romagna sono morte 18 persone per il virus West Niles trasmesso dalla zanzara comune, poco meno di 200 le persone contagiate, molte delle quali hanno trascorso lunghi periodo in ospedale. E’ così partita prima quest’anno la lotta alle zanzare per prevenire le malattie che possono essere veicolate attraverso la puntura della zanzara tigre e della zanzara culex, così come è stata anticipata la sorveglianza dei casi sospetti. La Regione ha stanziato 1 milione e 200mila euro, sia per la prevenzione che per far fronte a nuove eventuali ondate di ricoveri. A parlarne  il direttore Servizio Igiene Pubblica Ausl Modena, dott. Giovanni Casaletti

“Possiamo distinguere due malattie, una quella veicolata dalla zanzara tigre, ovvero la Chikunguya, la Dengue e la Zika. L’altra è quella veicolata dalla West Nile.

Teniamo presente che le nostre zanzare tigre sono insetti particolarmente fastidiosi ma che allo stato attuale non sono infetti per cui al momento non costituiscono un rischio sanitario immediato a patto che funzioni una rete di sorveglianza attivata sia dalla Regione, che dai Comuni e dalle Asl e tale da consentire interventi immediati al minimo sospetto di una malattia. In questo caso sarà disposta una bonifica della zona attorno alla residenza della persona malata per un raggio di 100/200 metri, in modo dal eliminare tutte le zanzare.

Questo negli ultimi anni ci ha garantito il fatto, appunto, che le zanzare tigre, dalle nostre parti, non sono infette. Quindi sui nostri territori non ci si ammala di Chikunguya o di Dengue. Gli sporadici casi di segnalazioni di questa malattia riguardano solo persone che hanno fatto un viaggio all’estero in zone in cui queste malattie sono particolarmente diffuse, dove vengono contagiate e poi al rientro si manifestano i sintomi.

Diverso invece è il discorso della West Nile. Questa viene trasmessa dalla zanzara comune che a sua volta viene infettata pungendo gli uccelli che fanno da serbatoio all’infezione.

Come ci segnala la Regione, da un certo punto dell’estate in poi, le zanzare comuni possono veicolare questo virus che in alcuni casi si manifesta con delle malattie, con delle patologie importanti che richiedono immediato ricovero ospedaliero.

Allora per combattere questa situazione, da una parte richiamiamo l’attenzione sul trattamento con anti larvali nei tombini che rimangono un vero focolaio sia per la zanzara tigre che per la zanzara comune, ma dall’altra parte ci sono determinati interventi di parziale garanzia della salute della popolazione quando la circolazione virale si fa particolarmente accentuata, vale a dire per esempio il trattamento con adulticidi nei parchi dove si svolgono manifestazioni serali, feste oppure la tutela delle aree verdi e delle zone dove ci sono centri per anziani, ospedali, strutture residenziali per anziani e infine una cosa importante, sempre verso il finire dell’estate, l’uso di tutti quegli strumenti che servono per ridurre il numero delle punture da zanzara comune nei nostro confronti. Quindi zanzariere, repellenti cutanei quando si esce la sera, rinuncia di profumi e dopo barba quando si sta nel verde la sera, perché costituiscono un fattore d’attrazione per la zanzara comune

A proposito invece di zanzara tigre?

Se focalizziamo l’attenzione sulla zanzara tigre, quella che meglio possiamo combattere anche nel giardino di casa nostra, possiamo dire una cosa importante. Queste zanzare si moltiplicano in tutti i punti dove c’è un po’ di acqua stagnante. Le azioni che sono mese in campo sono sia quelle delle amministrazioni pubbliche che quelle che potremmo metter in campo noi, nel nostro giardino o nel nostro orto o sui nostri balconi.

L’amministrazione pubblica procede ad effettuare la collocazione di sostanze larvicide dentro alle caditoie pubbliche, quelle che sono lungo la strada, però sappiamo che queste caditoie rappresentano circa un terzo di tutti i tombini, le caditoie e le bocche di lupo presenti sul territorio. Gli altri due terzi li abbiamo in casa nostra, oppure in aree dove, ad esempio, si fa stoccaggio di materiale e così via. Come privati avremmo il dovere morale e il ruolo importante di contribuire a questa lotta contro la zanzara tigre.

Quando abbiamo caditoie e tombini applichiamo con regolarità i prodotti larvicidi e poi diamo la caccia a tutte le raccolte d’acqua che ci dimentichiamo in casa nostra, come i sottovasi che vanno svuotati ogni 3 o 4 giorni, magari qualche gioco abbandonato sotto un cespuglio, bottigliette aperte di acqua. Tutte le piccole raccolte d’acqua che stanno nelle nostre case o nei nostri giardini, sono potenziali focolai di moltiplicazione di queste zanzare. Se prestassimo attenzione a questo aspetto, probabilmente riusciremo ad avere qualche zanzara in meno

Sono procedure Una Tantum?

 “No le attività che ho elencato prima, sono attività da iniziare adesso, dopo le recenti piogge e il caldo di questi giorni perché è in queste condizioni che le zanzare cominciano a moltiplicarsi. Vanno attuate adesso, con regolarità e capillarità durante tutto il corso dell’estate e quindi fino a settembre, ottobre.

La lotta alla zanzara tigre si fa con metodicità e soprattutto sarebbe importante che tutti o quasi si attivassero”

Patrizia Santini

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
Modena calcio: oggi presentato lo staff tecnico
19 Jun 2019 - 09:46
In sala stampa mister Zironelli, il dg Cesati ed il ds Salvatori ...

Abbonamenti Modena Volley, la prelazione chiude con l'ennesimo record
15 Jun 2019 - 12:18
Da martedì via alla vendita aperta a tutti ...

Modena Calcio, doppio ribaltone al vertice
03 Jun 2019 - 17:42
Romano Sghedoni al comando con l’80% delle quote societarie   ...

I canarini vincono il derby: ora si può sognare la C
27 May 2019 - 09:36
Finisce 4 a 1 tra Modena e Reggio Audace ...

Alla fine Zaytsev resta
23 May 2019 - 10:59
E’ stata la Lube Civitanova ad anticipare tutti comunicando di aver interrotto la trattativa con il giocatore della nazional...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy