Martedì 01 Dec 2020 - 15:09
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Covid: aumentano disturbi d'ansia e d'umore tra bambini e adolescenti

Covid: aumentano disturbi d'ansia e d'umore tra bambini e adolescenti

"Importante saper cogliere i segnali di disagio" spiega Ernesto Caffo, docente di Psichiatria Infantile e adolescenziale

Lascia un commento | Tempo di lettura 106 secondi Modena - 17 Nov 2020 - 14:34

Bambini e ragazzi sono messi a dura prova in questo periodo di emergenza: pesa il fatto di non poter vedere gli amici, di non poter condividere le esperienze, di non praticare sport. Conseguenza? Gli adolescenti si isolano sempre di più, passano le giornate davanti agli schermi, seguono le lezioni online mezzi assonnati, poi giocano o chattano a lungo.  Cresce la rabbia, la frustrazione ed aumentano i disturbi d’ansia e d’umore.  “Importante saper cogliere i segnali di disagio - spiega il professor Ernesto Caffo, ordinario di Psichiatria Infantile e adolescenziale all’Università di Modena e ReggioDa una parte per i bambini più piccoli molto dipende dal clima famigliare, dall’opportunità che c’è da parte dei genitori di condividere con i figli le loro paure, le loro emozioni anche cercando di evitare che la televisione, ad esempio, possa diventare un elemento di ulteriore di disagio. Quindi  - continua il professor Caffo - occorre che gli adulti siano più presenti con i figli. Per quanto riguarda invece gli adolescenti quello che manca ora è il rapporto tra pari: la condivisione di spazi di vita che sono non solo fisici ma anche mentali, in cui i ragazzi vivono le loro emozioni, le loro storie. I genitori devono cogliere i segnali del loro disagio e cercare di facilitare in tutti i modi i rapporti tra coetanei. Vediamo aumentare, in queste settimane, disturbi d'ansia, d’umore, comportamenti in qualche modo autolesivi dei ragazzi e questo è un segnale che dobbiamo cogliere per poter avere delle risposte. Il mio consiglio è di parlare con loro, condividere, non lasciarli soli. E la scuola  - conclude Caffo - è fondamentale perché rappresenta il contenitore in cui i ragazzi possono elaborare delle strategie e gli insegnanti sono, devo dire, molto attivi ad essere di supporto".

 

 

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
A Modena i campionati italiani assoluti di mezzofondo
14 Oct 2020 - 14:50
Sabato 17 e domenica 18 ottobre, al Campo comunale di atletica la Festa dell’Endurance organizzata dalla Fratellanza, con ol...

Il Braglia riapre ai tifosi
03 Oct 2020 - 10:28
800 i biglietti in vendita per il match di domani ...

Da ottobre più tifosi negli stadi
23 Sep 2020 - 09:31
Il provvedimento varrà per tutti gli impianti sportivi ...

Al Palapanini torna il pubblico ma la Leo Shoes deve lasciare il passo a Perugia
21 Sep 2020 - 09:15
Tifosi anche al Mapei Stadium ma il Sassuolo non va oltre il pareggio ...

Calcio: Bonaccini riapre gli stadi
19 Sep 2020 - 10:42
Da domani 1000 tifosi potranno assistere di nuovo alle partite dal vivo ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy