Venerdì 29 Maggio 2020 - 00:14
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Omicidio di via Cavazza: Ghizlan aveva già denunciato l'ex marito

Omicidio di via Cavazza: Ghizlan aveva già denunciato l'ex marito

A sostenerlo l'avvocato Monica Rustichelli che seguiva la donna nella separazione

Lascia un commento | Tempo di lettura 123 secondi Modena - 08 Feb 2019 - 08:13

E’ stata uccisa con 4 coltellate alla schiena Ghizlan El Hadraoui, la marocchina di 37 anni il cui corpo carbonizzato è stato rinvenuto mercoledì mattina sui sedili posteriori della sua auto in via Cavazza, in un cantiere a poca distanza dall’inceneritore. Lo ha stabilito l’autopsia. Intanto ieri, dopo un lungo interrogatorio il magistrato ha deciso di trattenere in stato di fermo l’ex marito, Khalil Laamane, accusato dalla Procura di omicidio volontario e premeditato. L’uomo è stato portato in carcere. Restano soli due bimbi, i figli della coppia. Ghizlan ed il marito erano separati da alcuni mesi. Tra i vicini di casa c’è chi parla di un rapporto turbolento, degenerato dopo la separazione.
Il Procuratore Capo Lucia Musti ha sottolineato ieri davanti alla stampa che nessuna denuncia era stata mai presentata da parte della donna.
Di parere diverso l’avvocato Monica Rustichelli che da tempo seguiva la donna nella separazione.  

“In realtà era stata presentata una denuncia il 20 o il 21 gennaio, direttamente in Procura –specifica l’avvocato- dopo mesi, addirittura anni di soprusi, la signora si era decisa a sporgere querela per minaccia di morte. Quella tra Ghizlan e il marito, però, era una storia continua di violenze, minacce, una vita assolutamente impossibile da sopportare per la mia cliente. E anche i bambini non potevano e non volevano più rimanere in quella casa ”.

Come è possibile, quindi, che il Procuratore non sapesse di questa denuncia?
“Non so se per ragioni burocratiche non si fosse ancora aperto un fascicolo, non lo so”

Non ci sono canali preferenziali per questo tipo di denunce?
“Purtroppo no, non mi risulta”

Le forze dell’ordine non erano mai state chiamate?
“Quest’estate si era rivolta spontaneamente ai carabinieri, accompagnata da un’amica, dopo un episodio di violenza domestica in cui il marito aveva addirittura impugnato un coltello. Poi però i carabinieri, per la verità non ricordo se si era rivolta ai carabinieri o in Questura, l’avevano spinta a riflettere, a vedere come gestire la situazione. Lei, poi, ne aveva parlato con me e aveva deciso di non fare nulla”.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
Lo Zar per un anno in Russia
23 May 2020 - 10:24
...

Calcio: serie B e C vanno avanti
20 May 2020 - 16:22
Doccia fredda per il Carpi ...

F.1 - Carlos Sainz Junior è il nuovo pilota della Ferrari
14 May 2020 - 12:09
...

Gregorio Paltrinieri ha cambiato allenatore e passa da Stefano Morini a Fabrizio Antonelli.
11 May 2020 - 16:15
Paltrinieri cambia tecnico per vincere a Tokyo i 1500 e la 10 km.  ...

Divorzio consensuale in Casa Ferrari
12 May 2020 - 09:48
A fine stagione Sebastian Vettel se ne andrà ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy