Martedì 12 Novembre 2019 - 17:37
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Medolla: "Chiudiamo per ragioni economiche, non perché dai controlli siano emerse irregolarità"

Medolla: "Chiudiamo per ragioni economiche, non perché dai controlli siano emerse irregolarità"

Intervista al gestore della casa famiglia La Favola mia

Lascia un commento | Tempo di lettura 164 secondi Modena - 19 Oct 2019 - 11:47

“Chiudiamo per motivi economici, non rientriamo nei costi”. E’ quanto ribadisce Giulia Galavotti, presidente della Cooperativa sociale Paideia Onlus di Mirandola che gestisce la casa famiglia “Favola Mia” di Medolla i cui minori hanno creato non pochi problemi negli ultimi tempi. Ricordiamo che erano all’interno proprio di questa casa famiglia tre degli autori della violenta rapina commessa ai danni del titolare della sala giochi di Mirandola. Minori problematici per i quali il percorso rieducativo, evidentemente, non ha funzionato.

“Sicuramente nell’opinione pubblica questo fatto molto grave della rapina a Mirandola – spiega Galavotti – ha destato preoccupazioni, ma anche dagli ultimi controlli -uno il 3 giugno, mandato dalla Procura, un altro lunedì scorso-non hanno evidenziato responsabilità da parte nostra, non sono state evidenziate mancanze da parte degli educatori, non siamo stati indagati per questo. Noi chiudiamo per ragioni economiche perché una comunità educativa ha costi molti alti.

Ci può chiarire quanti fondi vengono assegnati per la gestione di un minore che entra in casa famiglia?

Tutte le comunità per minori hanno una retta giornaliera che può andare dai 100 ai 120 euro al giorno, dipende dalla problematicità del minore. Tuttavia per una struttura come la nostra ci vogliono dai 5 agli 8 educatori professionali che turnano, ognuno con un compenso di circa 2500 euro lordi mensili. Costi troppo alti nel nostro caso, avendo avuto una media di soli 3 minori ospitati alla volta.

Qual è il metodo messo in pratica dagli educatori per cercare di recuperare questi minori problematici, perché i dubbi inevitabilmente sorgono…

Ripeto, non c’è stata alcuna mancanza di vigilanza, ci sono stati fatti molto gravi di cronaca con protagonisti adolescenti che non erano in comunità. Non ritengo assolutamente che i nostri educatori abbiano avuto responsabilità. Abbiamo avuto diversi controlli a sorpresa sia di giorno che di sera e non è emerso nulla che non andasse. Uno il 3 giugno, mandato dalla procura, un altro lunedì scorso. Tutti e due sono andati bene, se ci fossero stati problemi nei metodi educativi o nei progetti rivolti ai ragazzi le posso assicurare che la struttura sarebbe stata fatta chiudere.

Vi eravate resi conto però, nel caso degli autori della rapina, che qualcosa non andasse nel loro modo di agire, di comportarsi, che il percorso educativo non stava andando poi così bene?

Uno di loro era da noi da meno una settimana, un altro aveva fatto dei progressi nel suo percorso, l’altro, un ragazzino del territorio, invece continuava a dare problemi tanto che io avevo scritto una relazione al tribunale chiedendo una misura cautelare: o che non avesse la possibilità di uscire dalla struttura o il cambio di sede. Ma non ho mai avuto risposta. Da parte nostra è stato fatto tutto il possibile per la gestione di questi minori.

Giada Chiari

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
A Modena tutto pronto per Skipass
29 Oct 2019 - 14:40
Il Salone del Turismo e degli Sport invernali più longevo d’Italia torna a ModenaFiere dal 31 ottobre al 3 novembre 2...

Si gioca Modena-Reggiana, divieti di sosta in zona stadio
26 Oct 2019 - 09:29
Domenica 27 ottobre, dalle 7, anche rimozioni per l’allestimento delle protezioni di sicurezza. I limiti alla circolazione i...

La Bocciofila Villa D'Oro diventa uno Skatepark
23 Oct 2019 - 08:33
Inaugurato il nuovo impianto in via del Lancillotto, dedicato a skate e BMX: è il più grande Skatepark indoor dell&#...

Sport: Marco Melandri a Modena per presentare la Yamaha YZF-R1 2020
17 Oct 2019 - 10:06
"Dal prossimo anno seguirò di più mia figlia di 5 anni" ha detto il campione ...

Modena volley goes green
16 Oct 2019 - 10:38
Da domenica il Palapanini sarà plastic free ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy