Mercoledì 02 Dec 2020 - 14:26
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Oggi aggiornamento delle fasce di rischio: l'Emilia Romagna dovrebbe rimanere arancione

Oggi aggiornamento delle fasce di rischio: l'Emilia Romagna dovrebbe rimanere arancione

Intanto domani in centro a Modena nuova manifestazione di partite iva, professionisti, lavoratori autonomi, commercianti, artigiani e albergatori

Lascia un commento | Tempo di lettura 130 secondi Modena - 20 Nov 2020 - 09:26

Niente allentamenti delle misure prima di dicembre, anzi, oggi, alla luce dei nuovi dati settimanali forniti dall’istituto superiore di Sanità alla cabina di regia, è molto probabile che le regioni in fascia rossa aumenteranno. L’Emilia Romagna verrà però con ogni probabilità confermata in zona arancione. Non, quindi, restrizioni massime, da noi, ma comunque l’economia è in ginocchio.

E così domani partite iva, baristi, ristoratori ma anche commercianti e albergatori e chiunque vorrà unirsi,  manifesteranno alle 15 in Piazza Grande a Modena.

“Il nostro è un movimento apartitico, apolitico, non siamo negazionisti né no mask. L’unica cosa che vogliamo è tornare a lavorare, un diritto previsto anche dall’articolo 1 della nostra Costituzione. Ovviamente nel rispetto dei protocolli vigenti” a dirlo è Sara, del Comitato “NOLOCKDOWNEMILIAROMAGNA”.

“Tante categorie in questi mesi hanno lavorato e speso soldi per adeguare le proprie attività alle norme. Ristoratori, piscine, palestre. In tanti dopo essere stati chiusi per mesi hanno ridotto posti e clienti adeguando anche le strutture e per cosa? Per tornare a chiudere.
Spero che in piazza saremo tanti –ovviamente tutti con mascherine e distanziamento sociale- in rappresentanza di tante categorie, anche se il mio motto è “siamo tutti una categoria” perché è il momento di scendere in piazza tutti insieme per difendere i nostri diritti prima di arrivare a pane e cipolla, possibilmente”.

Sono tanti che però chiederebbero misure anche più restrittive di quelle attualmente in vigore pur di avere un calo nei contagi. Voi avete ricevuto consensi?

Si, molti. La gente è al momento terrorizzata psicologicamente da quello che dicono i media, da questi numeri enormi, ma dobbiamo cercare di continuare a vivere, rispettando le norme e i protocolli che ci vengono assegnati ma non ci possiamo chiudere in casa terrorizzati. Infatti noi non vogliamo riaprire le nostre attività così come erano prima del covid, vogliamo riaprirle mettendo in atto tutte le norme vigenti previste dai nuovi protocolli ma, ripeto, continuando a vivere. Ci stiamo allontanando gli uni dagli altri, siamo diventati nemici gli uni degli altri, e secondo me è sbagliatissimo: in questo momento dobbiamo essere tutti uniti per uscire, insieme, dal problema.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
A Modena i campionati italiani assoluti di mezzofondo
14 Oct 2020 - 14:50
Sabato 17 e domenica 18 ottobre, al Campo comunale di atletica la Festa dell’Endurance organizzata dalla Fratellanza, con ol...

Il Braglia riapre ai tifosi
03 Oct 2020 - 10:28
800 i biglietti in vendita per il match di domani ...

Da ottobre più tifosi negli stadi
23 Sep 2020 - 09:31
Il provvedimento varrà per tutti gli impianti sportivi ...

Al Palapanini torna il pubblico ma la Leo Shoes deve lasciare il passo a Perugia
21 Sep 2020 - 09:15
Tifosi anche al Mapei Stadium ma il Sassuolo non va oltre il pareggio ...

Calcio: Bonaccini riapre gli stadi
19 Sep 2020 - 10:42
Da domani 1000 tifosi potranno assistere di nuovo alle partite dal vivo ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy