Venerdì 07 Maggio 2021 - 13:56
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Al via la petizione contro le Baby Gang

Al via la petizione contro le Baby Gang

Commercianti e residenti di Modena hanno fatto partire una raccolta firme per contrastare il fenomeno delle bande dei ragazzini

Lascia un commento | Tempo di lettura 118 secondi Modena - 15 Jan 2021 - 10:13

É partita una petizione, indirizzata al sindaco, contro le baby gang che sono diventate l’incubo di commercianti e residenti. Tra vandalismi, aggressioni, risse e schiamazzi le bande di ragazzini che da mesi si aggirano specialmente attorno a Piazza Roma devono essere fermate, immediatamente. Nella raccolta firme si chiedono controlli ma anche repressione, la presenza di forze dell’ordine nelle strade con servizio continuo di sorveglianza e adozione di provvedimenti più opportuni. Negli ultimi mesi, gli episodi violenti hanno subito una forte escalation, complice la chiusura delle scuole: si è partiti dagli schiamazzi per poi passare alle risse con bottigliate e bastoni fino all’occupazione degli spazi davanti ai negozi e alle aggressioni vere e proprie ai passanti. Muzzarelli aveva promesso interventi seri per contrastare il fenomeno e i controlli non sono mancati, finora 25 i minori identificati, 4 segnalati per droga e 51 ragazzi multati perché non indossavano le mascherine. Ma chi vive o lavora in centro si aspetta di più, il fenomeno delle baby gang è in continua crescita e provoca un clima di esasperazione.

Giada Chiari ha intervistato il titolare del "Tigellino" Federico Giordano:

“La situazione è diventata insostenibile, è da tanto tempo che va avanti e che è stata segnalata. Però, da parte delle autorità c’è della superficialità nella gestione di questi ragazzini, che sono dei bulletti. Chiamiamoli come vogliano, loro fanno quello che vogliono e non hanno il minimo rispetto delle cose, delle persone e delle autorità. Col fatto che la maggior parte sono minorenni si sentono impunibili e invincibili. Io non dico che ho gettato la spugna, però sono rassegnato. Anche perché più di una volta mi sono messo a discutere e a provare a mandargli via. Tanto, vieni preso in giro e nella peggiore delle ipotesi me li sono trovati dentro al negozio che mi minacciavano. Servono più controlli e multe, incominciare a farli tornare a casa con 400 euro di multa per ciascuno perché non hanno su la mascherina secondo me poi cambierà l’atteggiamento."

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
Modena, pari con la Triestina a 4 minuti dal termine
03 Feb 2021 - 09:47
A segnare il neo acquisto Luppi. Stasera in campo Leo Shoes  ...

Ferrari, il debutto di Sainz sul circuito di Fiorano
27 Jan 2021 - 14:37
Il pilota spagnolo per la prima volta al volante della rossa  ...

Formula Uno: torna il Gran Premio di Imola, sarà il 18 aprile 2021 all'Autodromo 'Enzo e Dino Ferrari'
12 Jan 2021 - 14:34
La stagione non partirà più come di consueto dal Gp d'Australia, ma dal Bahrein il 28 marzo ...

A San Geminiano la Corrida diventa virtuale e social
12 Jan 2021 - 14:44
La tradizionale gara podistica prenderà vita il 30 e 31 gennaio con le corse in solitaria degli appassionati fotografate e ...

Domani alle 15,45 amichevole in famiglia per Modena Volley
07 Jan 2021 - 16:42
La diretta su Facebook ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy