Domenica 26 Gennaio 2020 - 05:50
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Salute Carenza di medici: anche l'Emilia Romagna potrebbe arrivare a richiamare in servizio quelli già in pensione

Carenza di medici: anche l'Emilia Romagna potrebbe arrivare a richiamare in servizio quelli già in pensione

Potremmo, insomma, seguire quanto fatto dalla Regione Veneto. La conferma arriva dall'assessore Venturi

Lascia un commento | Tempo di lettura 147 secondi Modena - 09 Apr 2019 - 11:53

A confermare l'intenzione della Giunta Bonaccini è stato lo stesso assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi, precisando che si tratterebbe di contratti a progetto.  

“Abbiamo verificato che la possibilità giuridicamente c’è – ha ribadito Venturi intervistato da Chiara Tassi- ovviamente se i concorsi vanno deserti e se non troviamo personale con altre forme di reclutamento. Richiamare i medici dalla pensione la consideriamo come l'ultima delle possibilità, ma rientra tra le cose che possiamo fare. Si tratterà, neanche a dirlo, di un ritorno volontario, non c’è nessuna obbligatorietà, ma sappiamo che i medici sono molto sensibili al richiamo della professione". Del resto, sottolinea Venturi, "non possiamo interrompere un servizio pubblico".

Ci sono specialità che sono più in crisi rispetto ad altre?

Si, ma semplicemente perché c’è un ricambio generazionale più forte: nei prossimi due o tre anni assisteremo ad un’uscita piuttosto massiccia dal mercato del lavoro di medici della generazione del baby boom. Saranno quindi anni sui quali porre molta attenzione: ci sarà infatti il solito numero di persone che si specializzano, a fronte di più medici che andranno in pensione. Avremo quindi bisogno di usare, in questi due o tre anni, tutte le possibilità che abbiamo a disposizione. Nessun allarmismo: siamo convinti che ce la potremo fare bene a mantenere l’assistenza nei pronti soccorso e nelle sale operatorie, che sono i due settori in cui avremo più carenza, considerando anche che negli ultimi 3 anni abbiamo assunto 500 medici, a livello regionale, e quindi partiamo da una dote importante.

La facoltà di medicina dell’Università di Modena e Reggio avrebbe già la possibilità, dal prossimo test d’ingresso, di aprire ad un 20% in più di matricole. Potrebbe essere questo uno dei modi per arrivare ad avere un maggior numero di medici in corsia?

Credo che sia giunto il momento di prendere consapevolezza che è finito il periodo in cui c’era la necessità di tenere un numero chiuso così ristretto come quello istituito per tutte queste decadi. Penso che sia giusto, come accade per Unimore e come credo sia ormai politica condivisa da tutte le facoltà di medicina della nostra regione, aprire già da quest’anno ad un numero maggiore di matricole. Penso che per i nostri giovani sia meglio affrontare una selezione dopo aver avuto accesso alla facoltà di medicina che non attraverso dei quiz: i quiz sono per la patente, non per accedere a medicina. Preferisco, per i nostri giovani, una selezione che avvenga per reali capacità sul campo.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
La nuova Ferrari sarà presentata a Reggio
22 Jan 2020 - 08:11
Appuntamento al Valli l'11 febbraio  ...

Leclerc ha rinnovato con la Ferrari
23 Dec 2019 - 11:43
In rosso fino al 2024 ...

Calcio: campionato di serie C fermo per sciopero
20 Dec 2019 - 09:29
Amichevoli in programma per Modena e Carpi ...

Riempite il campo del Palapanini di peluche!
18 Dec 2019 - 08:41
Questo l'invito di Modena Volley per il prossimo match. I pupazzi donati ai bimbi in ospedale ...

Serie C: salta il primo turno del girone di ritorno
17 Dec 2019 - 11:05
Lo annuncia un comunicato stampa della Lega Pro  ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy