Venerdì 07 Maggio 2021 - 13:27
Cronaca Politica Economia Giudiziaria Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Modena Cronaca Comune di Modena e scuole al lavoro per l’estate in città di bambini e ragazzi

Comune di Modena e scuole al lavoro per l’estate in città di bambini e ragazzi

Confermate le risorse per le famiglie, il Comune pubblica i bandi per individuare i gestori delle attività e per l’assegnazione di sedi scolastiche dedicate

Lascia un commento | Tempo di lettura 255 secondi Modena - 04 May 2021 - 07:45

Finita la scuola, si torna a scuola: magari anche solo per giocare con gli altri bambini nei giardini all’aperto delle strutture, sotto la guida attenta e partecipe degli educatori. E non necessariamente solo nelle scuole, perché nel piano per l’estate il Comune di Modena intende coinvolgere più soggetti possibile per rispondere al meglio alla pluralità di richieste che proviene dalle famiglie.

Dopo un anno scolastico segnato da interruzioni e riaperture dovute alle misure conseguenti alla pandemia, da settimane il settore Servizi educativi, infatti, è al lavoro insieme ai soggetti dell’associazionismo sportivo e culturale per approntare le condizioni che consentano di mettere in campo una serie di possibilità, anche di tipo molto diverso, per bambini e ragazzi, articolate durante tutta l’estate.

Un orientamento condiviso anche dal Piano Estate Scuole lanciato dal Miur: per quanto il ruolo degli enti locali non sia ancora definito, l'interlocuzione tra il Comune di Modena e i dirigenti scolastici della città è già ben avviata. E condiviso anche dalla Regione che ha già confermato le risorse del Progetto conciliazione vita-lavoro che consentiranno di erogare alle famiglie i voucher per i centri estivi.

“Siamo tutti consapevoli – afferma l’assessora all’Istruzione Grazia Baracchi – della forte richiesta di attività estive espressa dalle famiglie. È la prima questione che ci hanno posto tanti genitori non appena, ad aprile, è ripresa l’attività nei servizi educativi. Conosciamo bene le istanze in gioco: forte bisogno di occasioni di socialità da parte dei bambini, dopo mesi di isolamento e altrettanta rilevante necessità di supporto da parte delle famiglie. Già lo scorso anno abbiamo scelto di essere punto di riferimento per l’offerta estiva, agendo come cabina di regia di un sistema accogliente e inclusivo, oltre che rispettoso delle disposizioni anti-Covid. A maggior ragione, quest’anno, ci siamo adoperati per creare le condizioni per partire al più presto con la nuova programmazione”. 

Già da oggi, e poi successivamente nei prossimi giorni, usciranno diversi bandi per agevolare gestori dei centri estivi e le famiglie che vorranno usufruirne; gli uffici sono al lavoro per costruire un quadro quanto più ricco e completo, oltre che per snellire le procedure autorizzative ai gestori in regola con le disposizioni.

“Fermo restando che siamo in attesa del Protocollo organizzativo che la Regione sta definendo e da cui dipendono gli aspetti organizzativi (numero bambini per gruppo, rapporto bambini e insegnati, attività possibili, uscite sul territorio) - continua l’assessora Baracchi - il settore ha già fissato gli incontri con associazioni, gestori, società sportive per fornire informazioni e confrontarci su proposte e criticità”.

Completata l'istruttoria delle domande, il Comune pubblicherà l'elenco dei soggetti gestori di centri estivi rivolti a bambini e ragazzi da 3 ai 13 anni e le famiglie che iscriveranno i figli nei centri estivi in elenco potranno presentare domanda per l’assegnazione del voucher sulla retta di frequenza previsto dal progetto regionale.

Entro il mese di maggio, infatti, sarà pubblicato anche il bando rivolto alle famiglie per l’ottenimento del contributo che potrà arrivare complessivamente fino a 336 a bambino, con un rimborso massimo settimanale di 112 euro. Dei contributi potranno usufruire i nuclei, anche affidatari, con reddito Isee fino a 35 mila euro in cui entrambi i genitori o l’unico genitore, in caso di famiglie mono genitoriali, siano occupati (lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati) oppure nelle quali anche uno o entrambi i genitori siano fruitori di ammortizzatori sociali o disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio. Anche per l'estate 2021 è possibile richiedere il contributo da parte delle famiglie in cui solo uno dei due genitori è lavoratore in quanto l’altro genitore è impegnato in modo continuativo in compiti di cura, valutati con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza come definiti ai fini Isee. Per presentare domanda sarà necessario avere un’attestazione Isee in corso di validità o, in alternativa, un’attestazione Isee 2020.

Tutte le informazioni e la modulistica relativa agli avvisi pubblici può essere scaricata dal sito internet del Comune di Modena nella pagine dedicate (www.comune.modena.it/servizi/educazione-e-formazione).

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemo@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
Sport
Modena, pari con la Triestina a 4 minuti dal termine
03 Feb 2021 - 09:47
A segnare il neo acquisto Luppi. Stasera in campo Leo Shoes  ...

Ferrari, il debutto di Sainz sul circuito di Fiorano
27 Jan 2021 - 14:37
Il pilota spagnolo per la prima volta al volante della rossa  ...

Formula Uno: torna il Gran Premio di Imola, sarà il 18 aprile 2021 all'Autodromo 'Enzo e Dino Ferrari'
12 Jan 2021 - 14:34
La stagione non partirà più come di consueto dal Gp d'Australia, ma dal Bahrein il 28 marzo ...

A San Geminiano la Corrida diventa virtuale e social
12 Jan 2021 - 14:44
La tradizionale gara podistica prenderà vita il 30 e 31 gennaio con le corse in solitaria degli appassionati fotografate e ...

Domani alle 15,45 amichevole in famiglia per Modena Volley
07 Jan 2021 - 16:42
La diretta su Facebook ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza
RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it
www.radiobruno.it
Cookie policy